BRASILE 18/06/2015

Questo è il
nostro ultimo giorno di Assemblea e oggi le partecipanti si sono date da fare
per pianificare il futuro nelle aree AM/AV/GPIC a livello di GIP AMERICA. Sr.
Laura Mejia Mejia, Superiora Provinciale della Circoscrizione Messico-Guatemala-Costa
Rica, offre alle partecipanti una lettura della Evangeli Gaudium
contestualizzata negli ambiti prefissi di questa Assemblea. Sr. Laura
ci ha chiesto di riflettere circa il perché questa Esortazione Apostolica è
così frequentamente citata e ha sviluppato la sua presentazione focalizzando
primariamente su tre punti: l’annuncio, la profezia, la misericordia. Ognuno di
questi aspetti è poi stato approfondito alla luce della vita e con gli Scritti
di Comboni. Sr. Laura ha sottolineato come sia importante essere “donne di
tenerezza” con tutte le persone che incontriamo, ed ha pure accennato al fatto
che nelle nostre comunità non eccediamo in questa attitudine…Il
confratello comboniano, P. Domingos Savio, che è stato presente con noi in
rappresentanza dei Comboniani in Brasile, ha condiviso il cammino che la sua
Provincia sta facendo, sia a livello generale, come anche in relazione
all’AM/AV/GPIC.Il resto
della giornata viene trascorso nei gruppi e in assembleare per determinare le
linee guida e le piste di azione per il futuro. Insieme si cerca e ci si
ascolta, certe che lo Spirito ci conduce verso una comprensione sempre più
approfondita delle realtà in cui viviamo e delle sfide che siamo chiamate ad
abbracciare insieme come Continente America. L’assemblea
si conclude con la celebrazione eucaristica preparada da un team dove vi è
parte una Sorella di ciascuna Circoscrizione del GIP AMERICA. Piene di gioia e
di gratitudine per la possibilità di attendere questo evento che consideriamo
essere una vera grazia per ciascuna di noi, ci sentiamo rafforzate nel guardare
al futuro con speranza e in una comunione rafforzata tra di noi. A Dio
chiediamo di continuare a sostenerci in questo importante ministero della
AM/AV/GPIC così da poter dare del nostro meglio alle popolazioni che ci
accolgono.
sr. M. Teresa Ratti