BROCCARDO sr. Rosangela

Nata il 18 gennaio 1915 a Thiene (VI), Rosangela era entrata nell’Istituto delle Suore Missionarie Comboniane a vent’anni, il 15 settembre 1935, sognando di poter vivere la sua vocazione missionaria in Africa. Invece dopo la Professione, fatta il 31 marzo 1938, passa alcuni anni tra i bambini delle Scuole Materne in alcune comunità del Nord Italia e, benché giovane, è anche superiora a Campagnola di Novaglie dal 1943 al 1945. Poi, dapprima per ragioni di salute, ma anche perché in Italia c’era bisogno di lei, dei “doni che lo Spirito le aveva dato per l’utilità comune”, in particolare come animatrice di comunità, eccola alle Missioni Africane a Trento, quindi alla Protezione della Giovane a Bologna. Il 23 novembre 1953, Suor Rosangela con altre quattro Sorelle parte per aprire una comunità a Gembloux, in Belgio. Le Sorelle erano state richieste per un servizio nella Clinica “Astrid” (nome della defunta regina del Belgio). Suor Rosangela è l’animatrice della comunità e le Sorelle sono apprezzate nel loro lavoro, che svolgono in collaborazione col personale locale; la comunità può inoltre offrire appoggio alle Sorelle che si recano in Belgio per seguire i corsi di cultura e lingua in preparazione alla missione nell’allora Congo Belga, dove le Comboniane si erano recate per la prima volta nel 1952 (a Nduye). Le Comboniane rimarranno a Gembloux fino al 1969, ma Suor Rosangela viene richiamata in Italia nel novembre 1955, per altri incarichi; è anche consigliera ed economa nella Provincia Veneta dove, dal 1964 al 1970, è pure superiora provinciale. Nel 1970, al termine del lungo periodo di servizio di autorità, Suor Rosangela viene trasferita nella Casa Generalizia a Roma, con il compito di accogliere le Sorelle di passaggio, e di occuparsi della spedizione dei bagagli, compito che svolgerà fino al 1995. Tante Sorelle passate da Boccea ricordano la sua fraterna accoglienza, la sua premura nel venire incontro ai loro bisogni, la sua disponibilità, la sua serenità e il suo profondo amore alla missione e alla Congregazione. Dopo un breve periodo a Vasto e a Verona, Sr. Rosangela approda infine ad Arco (TN), col titolo di “anziana”, e continua a rendersi utile in piccoli servizi comunitari. Il 27 maggio 2007, giorno di Pentecoste, il Signore la chiama presso di Sé.