LUGO CARMONA, sr. Alejandra

« … Le vocazioni femminili in Messico non sapevano come seguire il carisma comboniano, e per anni i Missionari Comboniani indirizzarono le giovani ad altri istituti o a una Casa di formazione comboniana all’estero. Intanto sollecitavano con insistenza presso il Consiglio generale delle Comboniane una presenza in Messico, mentre le prime giovani chiamate da Dio alla vita religioso-missionaria comboniana, piene di entusiasmo e coraggio, lasciavano il loro paese per entrare nelle case di formazione in USA o in Italia. Poi le disposizioni della Chiesa postconciliare indicavano che la prima formazione si facesse nel paese di origine.

Finalmente, all’inizio del 1971, quando Sr. Emma Gazzaniga terminò il suo mandato di assistente generale, a 62 anni accettò con generosità la missione di venire in Messico per sperimentare personalmente la fioritura vocazionale in questa Chiesa, e ha fiducia in Dio di poter stabilire la prima casa di formazione in questo paese…» (v. Historia de la Delegación de Mexico 1971-1990, p. 6).

 

Tra le Sorelle originarie del Messico, Sr. Alejandra è la più anziana per età (n. 1932), la seconda per Professione (1964).

 

Alejandra lascia il Messico e si reca negli USA, a Richmond (Virginia), dove Sr. Lucia Paganoni accompagna la sua formazione: Postulato, Noviziato e finalmente la Professione, il 26 aprile 1964.

Per circa sei anni lavora nella Nursery annessa alla Casa provinciale, contenta di poter trasmettere ai piccoli e alle famiglie la sua testimonianza dell’amore del Signore Gesù.

Nel 1970 è a Mobile in Alabama, impegnata nel lavoro sociale tra la popolazione afro e “bianca”.

Nel maggio 1971 le viene chiesto di tornare in Messico, ad aiutare nell’inizio della presenza delle Comboniane nel Paese. Sr. Alejandra vi rimane un anno, poi torna negli USA, a Richmond. Il suo desiderio è di andare al più presto in Africa, e infatti il 31 ottobre 1974 parte per il Kenya. Dopo alcuni mesi a Nairobi, parte per Kacheliba e dopo circa cinque anni è a Moyale, sempre impegnata nel lavoro sociale.

Dal 1983 al 1989 è in Messico: segue alcuni corsi utili per la pastorale e si occupa della catechesi nelle parrocchie.

Trascorre poi un anno ad Arco TN in Italia, aiutando in casa in attesa del visto per lo Zambia a cui è destinata. Durante questo anno ha la gioia di recarsi in pellegrinaggio in Terra Santa.

 

Parte per lo Zambia il 21 giugno 1990: a Itezhitezhi, Lusaka-Kanyama, Kaparu, si dedica soprattutto ad attività di formazione e promozione delle donne.  Nell’aprile 2011 lascia la sua cara missione dello Zambia: negli Stati Uniti l’attende il lavoro pastorale tra i “Latino people”, a Chicago e poi a Richmond.

Il 12 gennaio 2016 torna in Messico definitivamente, perché bisognosa di cure. Accolta e assistita dalle Sorelle nella Casa Provinciale, si prepara all’ultima partenza, che avviene il 14 maggio 2018.

 

Una missionaria forte, fedele e coraggiosa sono i termini con cui posso definire suor Alejandra. Quando entrai nel 1962 era una novizia a Richmond, in Virginia.

Parlava poco, ma quando lo faceva, parlava con saggezza e con un scopo. Era presente quando avevo bisogno di aiuto ed era un esempio di religiosa solida, convinta della sua vocazione di suora comboniana.

Passarono molti anni e lei tornò negli Stati Uniti dallo Zambia, impegnandosi nella Parrocchia Nostra Signora di Lourdes, in particolare nella distribuzione degli abiti a chi ne faceva richiesta e traducendo dall’inglese allo spagnolo o dallo spagnolo all’inglese. Aveva una mano ferma nel guidare le persone nella scelta dei vestiti per la famiglia. Le donne della parrocchia che lavoravano con lei avevano per lei grande rispetto. La sua azione contava molto più delle sue parole.

Sono orgogliosa di averla conosciuta e di essere stata con lei in formazione. Suo fratello e sua moglie vivono negli Stati Uniti e la comunità è vicina a loro. Possa la sua memoria continuare ad ispirarci sulle orme del nostro Fondatore, S. Daniele Comboni e delle nostre prime Sorelle.

Affidiamo alla sua intercessione le giovani che stanno seguendo il cammino tracciato da San Daniele Comboni.

(Sr. M. Bernadette Hilmer)