QUATTRIN, sr. M. Veronica

Suor M. Veronica nacque ad Albaredo d’Adige il 17 novembre 1930, quarta di sei figli. Chi l’ha conosciuta la ricorda come una giovane vivace, entusiasta, con una grande voglia di vivere e alla ricerca di quella che doveva essere la sua strada.

Presa finalmente una decisione, entrò nel postulato di Verona nell’ottobre del 1954. Sempre a Verona, percorse tutto l’iter formativo fino ad emettere i primi voti il 3 maggio 1957. Sei mesi dopo, nell’ottobre dello stesso anno, partì per il Sudan.

 

Fece a Khartum, nella St Francis School, la sua prima esperienza come insegnante, ma senza limitarsi alla scuola. Insegnamento e apostolato, infatti, saranno fino al 1982 i due cardini sui quali ruoterà la sua vita di missionaria.

 

Rientrata in Italia per motivi di salute, suor Veronica non ritornò più in Africa, ma continuò ad essere una presenza attiva in alcune comunità d’Italia, come Arco, Pescara e Verona.

Non sempre, riconosce chi le ha vissuto accanto, era facile capirla e, qualche, volta, accettarla. Lei stessa, consapevole di questo, si definiva così: Sono una suora come tante, tra le tante, ma semplicemente diversa…

 

Suor Veronica aveva infatti qualche cosa di unico, di originale, di genio artistico. La libertà era per lei un bisogno essenziale, e a volte le strutture le andavano un po’ strette. Eppure seppe farsi molto amare. Con il suo carattere estroverso, aveva molta facilità di relazione con tutti, specialmente con i gruppi parrocchiali con cui ha interagito e dai quali è stata largamente ricambiata. La sua generosità era nota a tutti e, se rientrava nelle sue possibilità, era pronta a fare qualsiasi favore le venisse richiesto.

 

Chi desiderasse conoscere qualche cosa della sua esperienza missionaria, può sfogliare Raggio del 1968, del 1970, oppure del 1973, nella rubrica: “Le missionarie scrivono a Raggio”. Un suo auto profilo si trova ancora in: Donne alle frontiere dell’umanità, di Daniela Maccari, del 2007.

 

Con tutti gli amici che ora la rimpiangono, ringraziamo il Signore per il dono della vita e della vocazione missionaria di suor Veronica, mentre le chiediamo di intercedere presso il Padre il dono della Pace e della libertà –quella libertà che lei amava tanto- per l’Africa e per il mondo.